mercoledì 16 luglio 2008

Un mare... di rifiuti


















Forse non ci rendiamo conto. Anzi, sicuramente non ci rendiamo conto. Anche quei rifiuti che vengono definiti "biodegradabili" possono inquinare e recare gravi danni. Anche se il mare ha un altissimo potenziale di autorigenerazione e autodepurazione lo stiamo mettendo a dura prova. Causando alterazioni degli equilibri naturali.

Ecco i tempi di degradazione in mare di alcuni oggetti comuni:

- tovagliolo di carta 4 settimane
- giornale 6 settimane
- torsolo di mela 2-6 mesi
- fiammiferi 6 mesi
- mozzicone di sigaretta 1 anno (e più)
- buccia di banana 2 anni (e più)
- sacco di plastica da 10 a 20 anni
- barattolo di conserva quasi 50 anni
- contenitore di polistirolo oltre 50 anni
- lattina di alluminio 200 anni
- lenza da pesca 600 anni
- bottiglia di plastica quasi 1000 anni
- bottiglia di vetro tempo indeterminato

4 commenti:

Ergosfera ha detto...

Così poco il sacco di plastica?

fabio ha detto...

I pannolini?

Francesca ha detto...

I pannolini li ho omessi intenzionalmente. Non c'è un perché. Comunque: pannolini biodegradabili 1 anno; quelli usa e getta più di 500 anni. Ma come mai ti interessano i pannolini?!! ;-)

fabio ha detto...

Ho sbagliato: miinteressano i pannoloni, non i pannolini... questioni di eta'...